Social Media Manager

Curiamo la tua immagine sui social

Il tuo pubblico è sempre più social e anche la tua azienda, se ancora non lo è, dovrà diventarlo. Il futuro prossimo delle imprese è proprio scritto sui social network, piazze virtuali sulle quali potrai generare lead, promuovere la tua attività, aumentare le vendite.

Certamente essere sui social richiede un impegno non indifferente: i fans sono affamati di notizie e un’azienda che sbarca su un grande social network ma non condivide con gli altri la propria esperienza è destinata a veder fallire ogni suo sforzo.

Naturalmente l’imprenditore non avrà il tempo e le competenze per gestire bene anche la comunicazione sui social. Se pensi infatti che basti semplicemente qualche foto e qualche post simpatico sei molto lontano dall’obiettivo. Proprio per questo hai bisogno di un Social Media Manager, una persona che gestisca la tua presenza online secondo una strategia ben precisa, senza alcuna improvvisazione.

Il Social Media Manager ha selezionato il pubblico della tua pagina ed è ben consapevole che anche sui social conta più la qualità che la quantità. E proprio da tale consapevolezza, progetta e testa ogni giorno un piano di comunicazione che possa permettere alla tua azienda di crescere.

Social Media Manager: chi è e di cosa si occupa

Un team valido, che riesca a ideare e realizzare una buona strategia di digital marketing, non può fare a meno di determinate figure specializzate. Tra queste, rientra sicuramente quella del Social Media Manager, protagonista indiscusso del Social Media Marketing.

Ancora oggi, si ha la percezione che basti possedere uno smartphone e qualche account social per essere un professionista del settore; la realtà è ben diversa, dato che pubblicare una foto emozionale e scrivere sotto la frase di uno scrittore famoso non è sinonimo di competenza, né di professionalità. Il ruolo del Social Media Manager è molto più di questo e richiede non solo tanto studio, ma anche molta pratica per diventare versatile e attento alle tendenze del momento.

Capiamo, quindi, meglio in cosa consista la sua figura, quali siano le sue mansioni e perché richiedere il suo supporto.

Cosa si intende per Social Media Manager

Nella mentalità comune, il Social Media Manager è un tuttologo: crea le pagine aziendali,
seleziona i canali da utilizzare, realizza i contenuti, gestisce una community, analizza la reportistica e stabilisce priorità e obiettivi. Quando si ha che fare con un freelance è vero, spesso si possono ottenere tutti questi servizi interagendo con un unico soggetto ma, in realtà, queste operazioni vengono svolte da un team, appunto, composto da vari professionisti, ognuno specializzato in una determinata mansione.

Nello specifico, il Social Media Manager di occupa della gestione del marketing e della pubblicità che avviene attraverso i social e quindi di:

  • pianificazione iniziale e determinazione degli obiettivi;
  • incremento della brand awareness;
  • realizzazione di contenuti;
  • sviluppo di nuovi contatti;
  • gestione di community e moderazione delle pagine.

Si tratta di una figura strategica e, allo stesso tempo, creativa che conosce molto bene le potenzialità di ciascun canale ed è in grado di creare contenuti interessanti in base a questo, al target di riferimento, agli obiettivi prefissati (in primis attirare clienti nuovi e trasformarli in clienti fidelizzati).

Le mansioni di un Social Media Manager

Già all’inizio si è dato un accenno di quali siano le competenze assegnate a un esperto dei social; ma volendo approfondire il discorso, di cosa si occupa effettivamente? Scopriamolo insieme:

Il primo incarico che viene assegnato a un Social Media Manager riguarda l’ideazione e la
successiva messa in opera di una valida strategia di marketing che sfrutti i canali social per raggiungere l’obiettivo finale. Ogni piano che si rispetti, solitamente, comprende 3 punti fondamentali: sviluppo del brand, identificazione del target di riferimento, definizione degli obiettivi. Soprattutto quest’ultimo punto prevede un grosso intervento da parte di un Social Media Manager che, conoscendo molto bene l’andamento dei canali a disposizione, potrà dare un importante contributo nell’intensificare il traffico al sito, a rendere il brand più forte e conosciuto, a migliorare la reputazione dell’azienda, a incrementare le vendite.

Nel mondo social i contenuti sono estremamente fondamentale, soprattutto quelli visivi: la realizzazione di grafiche, animazioni e video, accompagnati da un copy performante, sono la chiave di volta per arrivare al successo. Per questo, spesso, la figura del Social Media Manager viene affiancata e supportata da quella del Graphic Designer o del Copywriter: insieme, unendo le rispettive competenze, possono dar vita a contenuti in grado di generare l’engagement necessario all’azienda.

Dopo aver stabilito un piano e realizzato i contenuti da diffondere, il Social Media Manager deve anche trasformare la teoria in pratica: gestire al meglio una pagina o un account social, infatti, non comprende solo la mera pubblicazione dei contenuti, ma anche la moderazione dei commenti, la risposta alle domande e il coinvolgimento del pubblico di utenti.

Nel corso del tempo, purtroppo, il semplice contenuto organico prodotto sui social ha letteralmente ridotto ai minimi termini i risultati. Proprio per questo, un piano di marketing che si rispetti prevede la sponsorizzazione dei contenuti: attraverso degli investimenti economici, il contenuto potrà raggiungere un pubblico più vasto e ricevere un ritorno molto più ampio. Ecco perché il Social Media Manager deve avere competenze in ambito paid ed essere in grado di gestire delle campagne social evitando di sperperare il denaro dell’azienda.

In ultimo ma non meno importante, un esperto social deve monitorare l’andamento della
strategia e di eventuali sponsorizzazioni attraverso l’analisi dei dati statistici. Questi si possono ottenere facilmente dagli insight degli stessi canali social (come Facebook e Instagram) attenzionando nello specifico:

  • l’incremento del pubblico di utenti;
  • le sue caratteristiche (età, posizione geografica, sesso);
  • il suo coinvolgimento (con le interazioni);
  • la copertura dei contenuti;
  • le conversioni in visite al sito collegato;
  • percentuali di risposta;
  • eventuali feedback negativi.

Generalmente, è sempre meglio controllare i dati quotidianamente, in modo da poter
intervenire in qualunque momento per apportare modifiche e/o miglioramenti di pari passo con la strategia ideata inizialmente.

Come riconoscere un Social Media Manager professionista

Quando si è alla ricerca di un professionista dei social bisogna fare attenzione ad alcuni aspetti fondamentali, che possono aiutare a capire se si ha a che fare con un vero esperto. Il punto di partenza sta nel dare un’occhiata al suo profilo personale e a una pagina da lui gestita, all’interno dei quali non dovrebbero comparire i seguenti errori:

  • uso spropositato o improprio di hashtag su Facebook come se fosse Instagram;
  • condivisione automatica dei contenuti da Facebook a Instagram (o viceversa);
  • mancata risposta a commenti e recensioni di altri utenti;
  • richiesta agli amici personali di mettere “mi piace” alle pagine gestite;
  • utilizzo dei BOT su Instagram, ovvero di software a pagamento che lasciano like e commenti al suo posto;
  • creazione di post bilingue, che prima mostrano l’italiano e poi l’inglese;
  • tag di decine di persone sui propri post personali;
  • aggiunta del “mi piace” ai propri post.

In linea di massima, queste “disattenzioni” non sono per niente tipiche di un professionista che sappia utilizzare al meglio i canali social. Qualche altra indicazione che può essere utile, magari durante il primo incontro, può comprendere:

  • partita iva pubblica, se si tratta di un freelance;
  • un sito internet o un portfolio, contenenti i lavori svolti, da poter mostrare come garanzia;
  • gestione professionale degli account social personali;
  • richiesta di un range di tempo adeguato prima di partire con la pubblicazione di contenuti (sottintende lo studio di una strategia mirata e personalizzata);
  • presenza nel preventivo della reportistica, con l’analisi dei dati.

Perché rivolgersi a un Social Media Manager: i vantaggi

Fatta una panoramica delle competenze e delle mansioni di un Social Media Manager, appare abbastanza evidente come la sua figura sia di estrema importanza per le aziende che vogliono aumentare la propria visibilità e incrementare le vendite dei propri prodotti/servizi. Avere una buona presenza sui social, infatti, è ormai fondamentale per chiunque voglia espandersi e fare affidamento a un team di professionisti può solo tornare utile.

Ecco perché Iprocomunicazione ha scelto di circondarsi di professionisti qualificati con competenze specifiche: unendo le loro forze possono dar vita a progetti di successo, in grado di aiutare ogni singolo cliente a raggiungere i suoi obiettivi con i migliori servizi a sua completa disposizione!

Scopri l'experience

Social Media

Pagina Facebook aziendale: come gestirla in modo efficace

Pagina Facebook aziendale: come gestirla in modo efficace Una valida strategia di marketing, che punti a incrementare la visibilità di...
Leggi tutto
{"dots":"false","arrows":"true","autoplay":"true","autoplay_interval":3000,"speed":600,"loop":"true","design":"design-2"}

Social media manager?

Lavora con noi!

Social media manager?

Lavora con noi!